Mi è servita quasi una settimana per cercare di comprendere a fondo la tecnologia di Radix. Non tanto per la sua complessità, mi è servito del tempo per eliminare dalla mia testa i paradigmi introdotti dalla blockchain di Satoshi Nakamoto, dai DAG (decentralized acyclic graph) e da tutti gli altri DLT finora creati.   A capo del progetto ​Daniel Hughes, il quale oltre ad aver collaborato con colossi tech come Nokia, Sony Ericsson, T-Mobile e Samsung, è stato uno dei primi developer a sviluppare applicazioni per il pagamento contactless e da mobile tramite NFC.   I problemi (già noti) della blockchain   I concetti di decentralizzazione,...

Read More
mexico0

La prima associazione blockchain in Messico si è formata, i suoi membri fondatori sono attori del settore come, la società di software blockchain ConsenSys.
La Blockchain Association of Mexico è stata fondata dalle aziende Bitso, Volabit, BIVA, GBM, Lvna Capital, ConsenSys e Exponent Capital. L’obiettivo dell’organizzazione è quello di educare i cittadini nello sviluppo della tecnologia e nelle sue potenziali applicazioni.

splend1

Splend, la startup di Silicon Valley, specializzata nello sviluppo di soluzioni per affrontare i problemi di scalabilità di blockchain per le transazioni criptate istantanee, ha annunciato che sta collaborando con la Shanghai Code Center Industry, un’azienda IT con sede in Cina, per sviluppare l’infrastruttura di rete di “prossima generazione” per China Cable Television Network.

bitcoin-lightning-network-

A parte le discussioni filosofiche su cosa rappresenti effettivamente bitcoin, se sia un metodo di pagamento o se possa essere assimilato a una “riserva di valore digitale”, esso è nato essenzialmente per effettuare pagamenti. Però, se comparato con i sistemi di pagamento elettronici convenzionali come VISA, bitcoin e la sua Blockchain non se la passano proprio benissimo: Bitcoin ha infatti un limite di 7 transazioni al secondo contro le 4000 di VISA, che può sostenere addirittura picchi di 65 000 TPS.

ibm-

Una nuova domanda di brevetto di IBM delinea un modo per gli sviluppatori di catalogare gli aggiornamenti di codifica e le pietre miliari su una blockchain.

L’applicazione – intitolata “Blockchain per il credito del codice del programma e il contributo del programmatore in un collettivo” – è stata pubblicata il 5 luglio dall’Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti (USPTO). Prevede di utilizzare la tecnologia per creare “un approccio sicuro e affidabile per tracciare e aggiungere informazioni relative alla codifica collaborativa ai fini del credito, della ricompensa e della risoluzione delle controversie e per altri scopi”.