thailandia.

Lo scambio di criptovalute thailandese Satang Corp. prevede di raccogliere quasi $ 10 milioni in un’offerta di token di sicurezza (STO), nonostante il recente crollo del mercato.
I piani di Satang sono supportati dal governo della Thailandia nel tentativo di rendere il paese un centro blockchain e sviluppare un quadro normativo per le valute digitali e la blockchain. Secondo il CEO di Exchange, Poramin Insom, la STO sarà condotta nel primo trimestre del 2019.

mexico0

La prima associazione blockchain in Messico si è formata, i suoi membri fondatori sono attori del settore come, la società di software blockchain ConsenSys.
La Blockchain Association of Mexico è stata fondata dalle aziende Bitso, Volabit, BIVA, GBM, Lvna Capital, ConsenSys e Exponent Capital. L’obiettivo dell’organizzazione è quello di educare i cittadini nello sviluppo della tecnologia e nelle sue potenziali applicazioni.

Optherium.

La frode, i sistemi inefficienti e costosi, la mancanza di trasparenza e le transazioni lente nelle ore di punta sono una realtà per molte reti aziendali in tutto il mondo.
I limiti di volume hanno anche frustrato i rivenditori che potrebbero aver pensato di passare alla crittografia, mentre la mancanza di sicurezza ha scoraggiato il pubblico.
Optherium, una società globale di fintech, crede che il suo ecosistema potrebbe essere la pallottola d’argento per eliminare i principali problemi che affliggono il mondo cripto – così come l’economia antiquata.

Crypto-dot-com-

 Crypto.com, rebrand di Monaco, ha fatto un altro passo avanti nella roadmap con il rilascio ufficiale della sua piattaforma di investimenti “easy-to-use”. Dopo oltre un anno di sviluppo e tre mesi di beta-testing, da oggi tutti gli utenti potranno creare, direttamente dal proprio smartphone, un portfolio diversificato con oltre 30 criptovalute.

filecoin1

Juan Benet – il founder di FileCoin – ha grandi ambizioni: creare uno decentralized storage network (DSN) e un marketplace a suo servizio, in cui gli utenti possano acquistare il servizio tramite un token omonimo. Dunque, uno storage del tutto simile ad Amazon S3 con la “sola” differenza di non richiedere la fiducia di un gestore cloud centralizzato il quale possa dettare i costi e le condizioni del servizio. Con Filecoin qualsiasi persona che dispone di spazio di archiviazione può diventare uno storage provider. Nel linguaggio tecnico, questi soggetti sono definiti i miners del network, i quali acquisiscono peso in base alla quantità di spazio di archiviazione che mettono a disposizione.